Stretta di mano
Know-how e consigli

Perché l’igiene delle mani è fondamentale

L’igiene delle mani è un fattore fondamentale per la prevenzione delle infezioni dovute a germi patogeni.

Virus e batteri possono sopravvivere per diverso tempo (ore ma anche giorni) su diverse superfici, quali telefoni, maniglie, tavoli, tastiere o asciugamani e possono poi annidarsi sulle nostre mani quando ne veniamo in contatto toccando queste superfici. Dalle mani, toccandoci occhi, naso o bocca, veicoliamo poi l’infezione all’interno del corpo.

Secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC) di Atlanta, l’igiene delle mani rappresenta il principale strumento per prevenire la diffusione delle infezioni.

Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità questa pratica è talmente importante che ha istituito il 5 maggio di ogni anno la Giornata Mondiale per il lavaggio delle mani, per ricordare a tutti quanto un gesto così semplice sia anche tanto importante.

Nel nostro articolo “Sei sicuro di lavarti bene le mani?” ti abbiamo già illustrato il metodo per lavarsi le mani, ma come fare quando non abbiamo a disposizione acqua e sapone? In questi casi è possibile utilizzare apposite soluzioni alcoliche igienizzanti per le mani. La tecnica è la stessa del lavaggio delle mani e per essere efficace deve avere una durata di circa 20-30 secondi:

Igienizzazione mani

I gel igienizzanti vanno utilizzati sulle mani asciutte per essere efficaci e bisogna fare attenzione che, se utilizzati frequentemente, possono dare secchezza delle mani. Potrebbe quindi essere l’ausilio di una buona crema mani.

Quando è importante lavare o igienizzare le mani

Una corretta igiene delle mani è sempre una buona abitudine, soprattutto quando si trascorre parecchio tempo fuori casa o in luoghi pubblici, ma ci sono situazioni in cui diventa maggiormente necessaria.

Ecco alcuni esempi di situazioni in cui è buona norma l’igiene delle mani:

  • Prima di maneggiare o consumare generi alimentari
  • Prima della somministrazione di farmaci o della medicazione di una ferita
  • Prima dell’applicazione o la rimozione delle lenti a contatto
  • Prima di utilizzare un bagno o di cambiare un pannolino
  • Prima di toccare una persona ammalata
  • Dopo aver tossito, starnutito o soffiato il naso
  • Dopo essere stati a contatto con persone ammalate
  • Dopo essere stati a contatto con animali
  • Dopo aver utilizzato il bagno o aver cambiato un pannolino
  • Dopo aver toccato del cibo crudo
  • Dopo aver maneggiato della spazzatura
  • Dopo aver utilizzato un telefono utilizzato da più utenti, aver maneggiato soldi, aver toccato maniglie, carrelli della spesa, ecc…
  • Dopo aver utilizzato mezzi pubblici
  • Dopo che si è stati in luoghi affollati quali palestre, sale d’attesa, aeroporti, cinema, ecc..

Per rimuovere i germi dalle mani è sufficiente un buon sapone ma, quando non si ha a disposizione l’acqua, si possono usare gli igienizzanti a base alcolica. Esistono anche in commercio dei detergenti ad azione battericida ma vanno utilizzati con parsimonia perché l’abuso potrebbe aumentare la resistenza dei batteri alle infezioni mentre i saponi disinfettanti o antisettici sono da prediligere in ambito sanitario.