Il risparmio energetico in ufficio: 5 consigli

by Emanuela Calatti

In occasione della Giornata Internazionale del Risparmio Energetico vogliamo proporti una serie di suggerimenti per eliminare i piccoli sprechi energetici quotidiani nell’ufficio. In questo modo ne trarrà beneficio l’ambiente e anche la bolletta.

1. Sfrutta più che puoi la luce solare

Organizza gli spazi per sfruttare al massimo la luce naturale

Posiziona le scrivanie e le postazioni di lavoro in modo strategico così da sfruttare al meglio la luce naturale che entra dalle finestre. Evita di utilizzare tendaggi troppo scuri, che ostacolerebbero il passaggio dei raggi solari.

Per l’illuminazione interna, preferisci le lampadine a risparmio energetico, come ad esempio quelle a LED che hanno una lunga durata e consumano in media circa l’80% in meno di una lampadina standard.

2. Spegni le luci che non servono

È sempre buona abitudine ricordarsi di spegnere le luci quando non sono necessarie, ad esempio quando si esce da una stanza.

Potrebbe essere una buona idea installare dei sensori di presenza nei bagni e nelle sale riunioni. Questi sensori particolarmente sensibili sono in grado di rilevare la presenza di una o più persone all’interno di una stanza, facendo così in modo che le luci si spengano in automatico quando non c’è nessuno.

Spegni sempre la luce quando non serve

3. Attenzione alla temperatura

Regola la temperatura per evitare sprechi

Anche riscaldamento e climatizzazione se non vengono correttamente settati possono portare ad inutili sprechi. In linea di massima, in inverno la temperatura dovrebbe essere impostata tra i 18°C e i 20°C mentre in estate non dovrebbe scendere sotto i 25°C.

Inoltre sarebbe buona abitudine ricordarsi di spegnere i climatizzatori mezz’ora prima di lasciare l’ufficio.

4. Spegni gli apparecchi elettrici non in uso

Fai attenzione: gli apparecchi in stand-by continuano a consumare energia. Si calcola che, a livello mondiale, lo stand-by sia responsabile dell’1% delle emissioni totali di CO2. Tra gli apparecchi che consumano maggiormente quando vengono lasciati in stand-by ci sono i PC, sia desktop che notebook, i telefoni cordless ed elettrodomestici come le caffettiere elettriche e i forni a microonde.

Ricordati quindi di staccare la spina di tutti gli apparecchi elettrici prima di andare via alla sera e tutte le volte che non vengono utilizzati. Una buona soluzione potrebbe essere quella di dotarsi di una o più prese multiple con interruttore, così che basterà spegnere l’interruttore ogni qual volta gli apparecchi collegati non siano necessari.

Utilizza una multipresa con interruttore per spegnere in blocco tutti più apparecchi

5. Riduci gli sprechi alla stampante

Riduci gli sprechi alla stampante

Se non stai stampando dei documenti importanti, scegli sempre la modalità di stampa a bassa risoluzione e utilizza carta riciclata per un minor impatto ambientale.

Cerca di concentrare le stampe il più possibile in un unica sessione: in questo modo eviterai di surriscaldare la stampante e risparmierai energia.

Sono tutti piccoli accorgimenti che non costano molto ma che, se tutti ci impegnassimo a seguire, potrebbero portare a un notevole risparmio energetico a livello globale.

Potrebbe piacerti anche